Chiesa di San Stefano a Lucolena

The church of Lucolena

Lucolena

Castellaccio di Lucolena

Chiesa di Lucolena

Segnalata nel 1299 nell'elenco delle chiese della diocesi fiesolana, appartenne anche al piviere di Gaville. L'attuale edificio, sulla cui facciata si apre un semplice portico, non conserva più tracce della struttura originaria. All'interno rilevanti opere d'arte. Da segnalare anche una grande tela con la Crocifissione e Santi, attribuibile a Cosimo Gherarducci, pittore fiorentino del primo Seicento.

La chiesa è posta all'interno di quello che fu il borgo fortificato di Lucolena, e risale all'XI secolo. L'edificio ha subito molteplici rimaneggiamenti nel corso dei secoli, tra i quali sono documentati quelli del 1446, del 1599, del 1691 e del 1840, quando fu costruito il nuovo campanile in bozze di pietra a pianta quadrata, in sostituzione di quello antico a vela.

Il portico a cinque arcate che adorna la facciata venne aggiunto nel 1848, e poi restaurato nel 1954; la scalinata che porta alla chiesa venne realizzata nel 1955.

La chiesa custodisce due affreschi di scuola fiorentina del Cinquecento con "San Giuseppe" e "San Benedetto", e una tela del Seicento con "Crocifissione e Santi", riferibile al pittore fiorentino Cosimo Gamberucci.

Lucolena

Castellaccio di Lucolena

Chiesa di Lucolena

Web hosting, content management, project recovery by ammonet

Copyright © ammonet InfoTech 2005 - 2016. All rights reserved.